Home » Ambiente, CoveringClimateNow

Elegia per l’Artico

12 settembre 2019 No Comment

 

estensione-pack-artico-a-dicembre-in-diminuzione-3bmeteo-81831

Già da anni il pericolo dello scioglimento dei ghiacci artici dovuto al riscaldamento globale, desta grande preoccupazione. La sensibilizzazione verso questo problema non coinvolge solo ambientalisti e scienziati, anche il mondo della cultura li sta affiancando, perché nessuno può sottrarsi a diffondere il più possibile attenzione e cura verso gli ambienti naturali che sono maggiormente in pericolo.

Così, già nel 2016, il grande musicista italiano Ludovico Einaudi – accogliendo una proposta di Greenpeace – ha eseguito al pianoforte un suo brano inedito, Elegy for the Arctic, in una suggestiva performance al largo del ghiacciaio Wahlenbergbreen, sulle Isole Svalbard (Norvegia), per la difesa dell’Artico.

«L’artico non è un deserto ma un luogo pieno di vita – ha commentato a suo tempo Einaudi - Ho potuto vedere con i miei occhi la purezza e la fragilità di quest’area meravigliosa. E interpretare una mia composizione ispirata alla bellezza dell’Artico e alle minacce che subisce a causa del riscaldamento globale. Dobbiamo comprendere l’importanza dell’Artico per proteggerlo prima che sia troppo tardi».

Oggi quella straordinaria  esecuzione acquista il valore di una profezia, visto il sempre crescente pericolo per l’intero Mar Glaciale Artico, il meno protetto in tutto il mondo e per le creature che lo abitano.

 

 

 

Elegy for the Arctic

 

For years the danger of melting Arctic ice due to global warming has been a major concern. Awareness of this problem does not only involve environmentalists and scientists, the world of culture is also supporting them, because no one can avoid spreading the most attention and care towards natural environments that are more in danger.

Thus, as early as 2016, the great Italian musician Ludovico Einaudi – accepting a proposal from Greenpeace – performed on his piano an unreleased track, Elegy for the Arctic, in a suggestive performance off the Wahlenbergbreen glacier, on the Svalbard Islands (Norway), for the defense of the Arctic.

“The arctic is not a desert but a place full of life – Einaudi commented at the time – I could see with my own eyes the purity and fragility of this wonderful area. And interpret my composition inspired by the beauty of the Arctic and the threats it suffers due to global warming. We must understand the importance of the Arctic to protect it before it is too late. ”

Today that extraordinary execution acquires the value of a prophecy, given the ever-increasing danger for the entire Arctic Ocean, the least protected in the whole world and for the creatures that inhabit it.

Comments are closed.