Home » Cultura, News

EUR Photo Project / Fotografia e Letteratura: un amore contrastato

18 febbraio 2022 No Comment

ghirri fotoIl ricco programma di EUR CULTURE PER ROMA torna il 25 febbraio alla Nuvola con “Eur Photo Project – Letteratura e Fotografia: un amore contrastato”, Festival di fotografia che riporta a Roma dopo anni il focus sulla grande fotografia italiana e internazionale.

Prodotto da EUR CULTURE PER ROMA, stagione culturale realizzata da EUR Spa, che conta oltre 100 eventi artistico-culturali rivolti a tutte le fasce d’età, con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, Eur Photo Project vuole rappresentare un significativo contributo al dibattito sulla fotografia contemporanea, sul forte vincolo esistente tra fotografia e letteratura, tra immagini e parole e sulle loro possibili contaminazioni con altri linguaggi artistici.

La mostra è articolata in due sezioni: “Black Room” e “Work”.

Black Room è allestita in uno spazio di 3.000 mq della Nuvola, buio e altamente suggestivo che per la prima volta sarà usato per la fotografia. Vi sono allestite nove mostre: Pasolini-centenario Ipotesi di raffigurazione una mostra a cura di Marco Delogu, con la collaborazione di Andrea Cortellessa e Silvia De Laude; Ghirri-Celati - Un’amicizia con la collaborazione di Roberto Lombardi, Fondo Luigi Ghirri – Fondazione Querini Stampalia; Vera il più recente progetto di Damiana Leoni, un libro fotografico con gli scatti di Mohamed Keita, Salvatore Nuzzi, Marta Scotti, Eleonora Cerri Pecorella; The Grand Tour, un viaggio nelle prestigiose Accademie straniere a Roma, quella di Francia a Villa Medici e quella di Spagna nel complesso conventuale di San Pietro in Montorio con i lavori di Fourel, Kranioti, Barat e Guerrero; Apparizioni all’EUR con le fotografie di Paolo Ventura, Gea Casolaro e Marco Delogu, Southern Frontiers in Il grande fotografo Don McCullin presenta una sua opera tratta dalla sua pubblicazione più recente ‘Frontiere del Sud’: un viaggio attraverso l’Impero Romano.; Le Piazze Invisibili, un progetto risalente al primo lockdown del 2020 e che, attraverso il lavoro di fotografi e scrittori, ha lo scopo di far riflettere sul valore civile e sociale delle piazze, simbolo di una bellezza italiana diffusa.; 271 Giorni (8 Settembre 1943 – 4 Giugno 1944) La Resistenza a Roma, Il progetto di Daniele Molajoli, con testi di Paolo Ricci; Kene, la scuola fotografica di Bamako, in Mali, che dopo il successo della mostra tenutasi nel 2020 al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato e nel 2021 al MANN di Napoli, presenta ora i nuovi lavori ad Eur Photo Project.

La sezione Work, è invece concepita come luogo di iniziative, di lavori work in progress, di incontri, con la presenza di case editrici, librerie, scuole, collettivi fotografici. Uno spazio per riunire la comunità fotografica romana, italiana e il mondo delle accademie di cultura straniere, come grande potenziale per la nostra città. Nel suo spazio saranno esposti i lavori: Non c’è nessuna Itaca - Francesco Cataluccio con “Viaggio in Lituania”; La Rotta Balcanica - Marcello Pastonesi con un testo di Edoardo Albinati; Sette Paesi Quattordici fotografe - l’Associazione Donne Fotografe indaga il territorio della Valle dell’Aniene; Mandeep - Filippo Trojano sulla comunità Sich della pianura pontina, con un testo di Antonio Pennacchi.  (comunicato stampa)

Comments are closed.