Home » Cultura, Territorio

La Bottega della Storia

1 luglio 2020 No Comment

PENDENTI IN BRONZO OINOCHOAI MINIATURISTICHETempo fa, quando il Rinascimento italiano esprimeva la più alta  espressione  creativa dell’arte e della cultura, quello stesso Rinascimento che ancora oggi rappresenta quanto di più invidiabile al mondo il nostro Paese possa proporre, tempo fa, dunque, il termine “bottega” era l’emblema stesso di quella creatività.

I maggiori maestri della nostra arte si sono formati presso le  – allora – più prestigiose botteghe raggiungendo traguardi di riconosciuta, indiscutibile eccellenza. Potremmo dire, dunque, che l’uso di un termine nel corso del tempo, può subire variazioni, può persino modificare il suo significato originario, ma come nel caso di “bottega”, persino oggi, ha conservato quel valore di luogo privilegiato di creatività e cultura.

Scelta pertanto molto centrata, quella dell’archeologa Carla Di Cintio con la sua “Bottega della Storia” con sede a Fermo: un luogo di incontro e conoscenza attraverso la possibilità di sperimentare (anche per chi non sa granché di Storia o Archeologia) e vivere una giornata di stimoli insoliti, tutti legati ad approfondire le conoscenze del patrimonio archeologico e storico del territorio fermano ricco di reperti sconosciuti ai più.

Una bottega-laboratorio  organizzata per accogliere i tanti appassionati che vorranno frequentarla, rivolta a studenti di ogni età, famiglie e turisti soprattutto, i cui obiettivi – come bottega – sono quelli di valorizzare e divulgare, con l’adeguata guida di personale esperto, la conoscenza del patrimonio archeologico e culturale del territorio attraverso fonti materiali ma anche con l’ausilio di tecnologie innovative; la possibilità di ricostruire reperti di varie epoche antiche, sperimentare antiche tecniche di lavorazione di utensili, tessuti o ornamenti, insomma, vivere un giorno da archeologo.

Una bottega-laboratorio che  vuole proporre anche una didattica innovativa con l’Archeogaming, vale a dire l’utilizzo di videogiochi didattici (particolarmente graditi a tanti bambini e ragazzi) dedicati all’archeologia e alla storia, un tramite certamente utile anche per l’approfondimento di tematiche curriculari.

RICOSTRUZIONE DAMA PICENA DI GROTTAZZOLINA

Ricostruzione delle vesti e degli ornamenti della dama picena di Grottazzolina

La Bottega della Storia è un progetto che ha una visione ampia di operatività, in quanto, risponde ad un bando della Regione Marche, il progetto “Itinerari di Storia”, che mira a riunire sui territori regionali, varie attività e imprese culturali che, in sinergia e ciascuna per le sue competenze, possano al meglio cooperare per la valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale dei  Comuni coinvolti. Nel caso della Bottega della Storia i Comuni interessati sono quello di Fermo, come capofila del progetto, Grottazzolina, Monsampietro Morico, Monte Giberto, Monteleone di Fermo, Montottone, Ponzano di Fermo; le attività proposte si integrano con tutte quelle già programmate dai vari Comuni, ma  con l’ intento di interscambio tra tutti gli attori nel progetto che arricchisce ancora di più l’offerta culturale, senza dimenticare il potenziale di nuova occupazione che si potrebbe creare, soprattutto tra i giovani.

In un periodo così difficile come questo che stiamo tutti vivendo, la valorizzazione culturale dei territori, specie sotto l’aspetto turistico, assume un valore di grande rilevanza. E non a caso è proprio al turismo che si guarda per un “rinascimento” economico di tante aree già di per se’ potenzialmente ricche di una indiscussa offerta culturale che va riscoperta, curata, approfondita.

www.labottegadellastoria.it                   -            info@labottegadellastoria.it

Comments are closed.